1° livello di esame:

  • Prova scritta per la valutazione delle conoscenze. Consiste in domande a risposta aperta; per ciascuna domanda il candidato è tenuto a fornire una risposta appropriata.
  • Esame scritto su “casi studio”. Al candidato viene proposta una situazione reale attinente alla specifica attività professionale.
  • Prova pratica: per approfondire il livello delle abilità acquisite, il candidato deve sostenere una simulazione o “roleplaying” nel ruolo di Mediatore Familiare.

Al superamento positivo di dette prove al candidato verrà rilasciato un attestato di:

“Attestazione di idoneità alla pratica di Mediatore Familiare guidata   da un Supervisore professionale A.E.Me.F in Mediazione familiare”

 

2° livello di esame

Terminato il monte ore di pratica e di supervisione il candidato sarà ammesso al secondo livello di esame, consistente in una prova orale.

  • La prova orale si svolge attraverso un colloquio valutativo centrato su una tesi relativa al percorso di Mediazione Familiare condotto personalmente dall’allievo, supervisionato da un Relatore A.E.Me.F.

Al superamento positivo del secondo livello di esame al candidato verrà rilasciata:

“Attestazione di qualifica professionale  per l’esercizio della professione di

Mediatore familiare”

 

Tale attestato consentirà, in ossequio alla citata normativa UNI, di essere ammessi all’esame prescritto per essere iscritti al Registro dei Mediatori A.E.Me.F.

 

“L’ATTESTATO DI QUALITÀ E DI QUALIFICAZIONE PROFESSIONALE NEI SERVIZI DI MEDIAZIONE FAMILIARE”